sformato di verdure

Una notte un vecchio orso si sdraia su un prato ad ammirare la luna, piena ed imperiosa. Inaspettatamente cade dal cielo un apprendista angelo molto sbadato. Quel delizioso esserino con le ali ha il compito di sussurrare tutte le notti una parola fondamentale al bambino che custodisce. I due amici, per tutte le fasi della luna, quindi 28 sere, si racconteranno una favola. Superati gli esami di abilitazione professionale, l’angelo dovrà dire addio al suo amico orso. Prima, però, gli rivelerà il contenuto della Grande Parola: cresci! Perché i bambini devono trasformarsi fisicamente, mentre agli adulti spetta un costante progresso interiore.

Dolcissime e delicate illustrazioni accompagnano ogni racconto. Una storia vede per protagonista Fulvio, un bimbo capriccioso che proprio non vuol saperne di mangiare lo sformato di verdure

Una volta a pranzo, voleva mangiarsi una mela. La mamma però aveva preparato la verdura. «Bleah! questa pappa non la mangio!» strillò Fulvio. «Allora fanne a meno. La mangeremo noi» rispose lei tranquilla. Fulvio corse fuori arrabbiatissimo. Per tutto il pomeriggio, la pancia gli brontolò dalla fame. Forse, dopo tutto, lo sformato di verdura non era così male…

Weninger Brigitte, Tharlet Eve, Engel, Bär und Kugelmond, Salzburg, Michael  Neugebauer Edition, 2007

Traduzione Battistutta Luigina, L’Angelo l’orso e la luna, Nord-Sud edizioni

Sformato di verdure

 

Dopo Pinocchio ecco un’altra ricetta tratta da una favola. Questa volta il piatto protagonista è uno sformato di verdure. Ho utilizzato dello scalogno, dal sapore delicato e facilmente digeribile. Se preferite, potete usare del porro, dal gusto più deciso, ma vi sconsiglio la cipolla, che altrimenti inumidirebbe eccessivamente l’impasto con la sua acqua. Potreste sostituire il groviera con del semplice parmigiano o grana.

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 100g groviera
  • 60g farina
  • 3 carote
  • 2 zucchine
  • 1 scalogno
  • 1/2 cucchiaino lievito
  • maggiorana fresca o secca
  • prezzemolo
  • olio
  • sale, pepe
  1. Tagliate finemente le zucchine e le carote. In padella fate appassire con olio lo scalogno, precedentemente tritato. Quindi unite le verdure e salate. Cuocete a fuoco medio e fate raffreddare.
  2. Separate i tuorli dagli albumi. In una ciotola sbattete con una forchetta i rossi d’uovo, il prezzemolo sminuzzato, la maggiorana, un pizzico di sale, pepe e l’olio. Unite dunque le verdure, la farina ed il lievito.
  3. Incorporate gli albumi montati a neve ferma, avendo cura di girare il composto dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi. Ricoprite con carta da forno una teglia, versatevi l’impasto. Infornate lo sformato di verdure a 180º gradi forno ventilato per 30 minuti.

Il piccolo Fulvio proprio non poteva sopportare lo sformato di verdure. E voi, qual è il piatto che proprio non riuscivate a mangiare da bambini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.